L’inchiesta sugli abusi sessuali su minori nei Testimoni di Geova del Regno Unito

L’inchiesta pubblica nazionale sugli abusi sessuali sui minori sta valutando se condurre un’indagine separata sui Testimoni di Geova del Regno Unito dopo aver ricevuto un gran numero di rapporti sull’organizzazione.

La Independent Inquiry into Child Sexual Abuse (IICSA) sta attualmente esaminando la misura in cui le istituzioni in Inghilterra e Galles non sono riuscite a proteggere i bambini dagli abusi sessuali.

Sta esaminando i fallimenti istituzionali nella Chiesa Anglicana e Cattolica Romana, ma deve ancora fare qualcosa di specifico su altre organizzazioni religiose.

Un portavoce della IICSA ha detto che mentre sta attualmente lavorando al programma esistente, il gruppo “considererebbe attentamente le richieste di un’indagine specifica sui Testimoni di Geova“.

L’IICSA non ha voluto dire quanti rapporti ha ricevuto sui Testimoni di Geova ma ha detto che è un “numero considerevole“. Ha osservato che sia i membri del pubblico che i parlamentari hanno mostrato preoccupazione, ma non ha voluto dire con quali politici aveva parlato.

Un avvocato che rappresenta le vittime di abusi ha detto che crede che ci siano migliaia di denunce di abusi nel Regno Unito.

Come con altri gruppi religiosi di fronte all’esame della IICSA, ci sono affermazioni da parte di rappresentanti delle vittime e attivisti che dicono che le procedure all’interno dell’organizzazione britannica dei Testimoni di Geova mettono a rischio la sicurezza dei minori. Alle presunte vittime di abusi sui minori all’interno della fede è stato detto di non denunciare l’abuso alla polizia, hanno riferito numerose fonti. E un avvocato ha affermato che, per far sì che le presunte vittime potessero presentare le loro accuse di abuso sessuale, dovevano avere due testimoni.

Ci sono anche preoccupazioni sul fatto che il potere detenuto dai Testimoni di Geova di alto rango abbia storicamente reso le presunte vittime di abusi timorose di non essere credute. Si sostiene che, in alcuni casi, il fatto che i Testimoni di Geova che vengono espulsi dalla fede, o disassociati, vengano evitati completamente da famiglia e amici, rende il rischio di tentare di denunciare l’abuso troppo grande per essere preso in considerazione.

In una dichiarazione, i Testimoni di Geova hanno insistito sul fatto che gli Anziani della congregazione non proteggono gli autori di abusi e che l’organizzazione ha solide politiche di protezione dei minori.

Alex Chalk, Deputato conservatore di Cheltenham, ha detto al The Guardian di essere uno di quelli che ha scritto all’IICSA dopo che due elettori lo hanno avvicinato dicendo che gli abusi nei Testimoni di Geova sono sistemici.

Ha detto: “Sto aspettando di avere notizie dall’IICSA e, a seconda di ciò che dirà, ho intenzione di sollevare la questione in parlamento e aprire un dibattito. Non sono disposto a lasciar perdere, perché sarebbe un’enorme opportunità persa di non occuparsi di questo [le accuse di abusi sui minori nei Testimoni di Geova] … sarebbe deplorevole lasciare questo lavoro incompleto...”

La IICSA è stata istituita nel 2014 per “denunciare quei fallimenti e imparare la lezione” del passato, dopo la morte del presentatore della BBC Jimmy Savile nel 2011, quando centinaia di persone si sono fatte avanti per dire che li aveva abusati da bambini.

Nel 2015 l’IICSA ha ordinato ai leader di 18 gruppi religiosi, inclusi i Testimoni di Geova, di rilasciare documenti di interesse per l’inchiesta. Ha detto che incoraggia tutte le vittime e i sopravvissuti agli abusi sessuali su minori a contattare il gruppo che segue l’inchiesta.

Kathleen Hallisey, nota avvocato della squadra anti abusi di Bolt Burdon Kemp, ha dichiarato di aver accolto con favore le notizie di una potenziale nuova indagine, ma vorrebbe un impegno fermo.

“I Testimoni di Geova rifiutano di riconoscere il problema degli abusi sui minori nella loro organizzazione o di creare solide procedure di salvaguardia per proteggere i bambini. Un’indagine della IICSA sui Testimoni di Geova è un’opportunità per l’inchiesta per attuare un vero cambiamento in un’organizzazione che rifiuta di far luce sugli abusi sui minori e proteggere i bambini.”, ha detto.

Hallisey ha detto che attualmente sta lavorando per conto di 15 presunte vittime di abusi nei Testimoni di Geova e ritiene che ci siano altre migliaia di denunce di abuso nel paese.

Louise Goode, ex Testimone di Geova, afferma di aver lasciato la religione a causa delle risposte alle accuse di abusi sessuali. “Da quando me ne sono andato … sono diventato un attivista e il mio obiettivo è quello di assicurare che tutti i casi di abuso o sospetti problemi di salvaguardia vengano immediatamente segnalati alla polizia piuttosto che essere trattati in maniera segreta, in casa, da tre Anziani che non hanno avuto alcuna formazione in merito.

Insieme ai suoi colleghi ha avviato un’associazione benefica chiamata JW Support Foundation per indirizzare gli ex membri ad informazioni, aiuto e supporto per tutti i problemi che devono affrontare quando lasciano il gruppo.

La Charity Commission sta già indagando sulla Charity dei Testimoni di Geova, la Watch Tower Bible and Tract Society of Britain. Sta esaminando le politiche e le procedure di salvaguardia dei minori.

Nel 2017, una congregazione dei Testimoni di Geova a Manchester è stata criticata dalla Charity Commission per la sua gestione delle accuse di abusi sessuali su minori da parte di un membro di alto livello.

In una dichiarazione, i Testimoni di Geova hanno detto che “aborriamo gli abusi sui minori e li consideriamo un crimine efferato ed un peccato. La sicurezza dei nostri bambini è della massima importanza.

Inoltre: “Che la vittima o i genitori decidano di denunciare non dipende dal numero di testimoni del reato o se è stata fatta una confessione. Gli Anziani della Congregazione non proteggono gli autori di abusi dalle autorità o dalle conseguenze delle loro azioni.

Esperienza: “Da adulta mi sono resa conto di essere stata abusata da un membro rispettato della comunità

L’abuso che ho vissuto è accaduto in un periodo di circa tre o quattro anni da quando avevo 14 anni. Era la fine degli anni ’90. All’epoca ero in una congregazione nel nord-ovest dell’Inghilterra e la persona che aveva abusato di me era un Anziano. Faceva in modo che lavorassi con lui nella predicazione porta a porta e non potevo dire di no dato che ci avevano insegnato a rispettare e obbedire agli Anziani. All’inizio è stato molto gentile.

Cominciò a sistemare il territorio in modo che fossimo soli in una strada tranquilla e poi mi ha stretto il seno e accarezzato il sedere. Fu piuttosto subdolo, ma persistente e deliberato. Mi invitava a casa sua per caffè e biscotti dopo la predicazione ed usava questa opportunità per toccarmi e stare molto vicino a me. Mi sembrava di non poter dire di no. Non volevo fare una scenata. Nessuno mi avrebbe supportato. Avrebbero pensato che fossi solo una piantagrane con un’immaginazione iperattiva. All’inizio era molto sottile, ma aumentò col passare del tempo. Ho scoperto che aveva fatto cose simili ad altre ragazze della nostra congregazione. Solo quando ero più grande mi resi conto di essere stata abusata.

Quando avevo 18 anni sono diventata più fiduciosa e avrei spostato la sua mano o mi sarei allontanata da lui se avesse cercato di toccarmi. Ma non ho mai detto “fermati” e non gli ho mai parlato. Me ne sono andata e non l’ho mai più visto. Non l’ho mai detto a nessuno perché non pensavo che mi avrebbero creduta.

Ho avuto una conversazione “ipotetica” con un altro Anziano che era amico, su quello che qualcuno avrebbe dovuto fare in una situazione del genere. Mi disse di non fare nulla perché nessuno avrebbe creduto ad una ragazza. Mi disse che sarei potuta persino essere “disassociata” come bugiarda. Quando ciò accade, nessuno della tua famiglia o dei tuoi amici ti parlerà più, verrai tagliato completamente fuori dalle loro vite. Dato che non avevo altri amici oltre ai Testimoni, questo era un rischio troppo grande da affrontare.

Fonte: https://www.theguardian.com/world/2018/mar/08/child-sex-abuse-inquiry-considers-separate-jehovahs-witnesses-uk-investigation

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *